News

Le ultimissime notizie da Ascom Varese

Da luglio 2018, stop al pagamento in contanti degli stipendi

Non saranno più ammessi pagamenti in contanti della busta paga, ma solo tramite banca o ufficio postale

Come stabilito dalla Legge di Bilancio 2018, dal 1° luglio 2018 datori di lavoro e committenti potranno procedere al pagamento delle retribuzioni, compresi eventuali acconti, solo attraverso mezzi di pagamento tracciabili.

Non saranno più ammessi pagamenti in contanti della busta paga, ma solo tramite banca o ufficio postale, con le seguenti modalità:
• bonifico su conto corrente con codice IBAN indicato dal lavoratore;
• altri strumenti per i pagamenti elettronici;
• pagamento in contanti direttamente in banca o alla posta, solo se il datore di lavoro ha aperto un c/c di tesoreria con mandato di pagamento;
• tramite assegno bancario o circolare; questo potrà essere consegnato direttamente al lavoratore o a un suo delegato. Si potrà delegare solo in caso di effettivo e comprovato impedimento e solo al coniuge, al convivente o altro familiare o affine del lavoratore, comunque con età sopra i sedici anni.
Il divieto di pagamento in contanti della busta paga vale per tutti i rapporti di lavoro subordinato e indipendentemente dalle modalità di svolgimento della prestazione e dalla durata del rapporto e per i rapporti di lavoro parasubordinati La norma non si applica nei rapporti di lavoro domestici.

Al datore di lavoro o committente che trasgredisce all’obbligo di pagamento tracciato delle retribuzioni è punibile con una sanzione amministrativa pecuniaria consistente nel pagamento di una somma da 1.000 euro a 5.000 euro.

Info e consulenze: Confcommercio Ascom Varese - Area Paghe tel. 0332.342011


Letta 87 volta/e