News

Le ultimissime notizie da Ascom Varese

Negozi storici: consegnati in Regione i riconoscimenti a 9 attività della provincia

Fiori all'occhiello tra i premiati, sei attività del Varesotto associate alle Ascom provinciali. Il presidente di ASCOM LUINO Franco Vitella: «Il solo entusiasmo non basta più, ora servono aiuti concreti»

Sono nove le attività storiche della provincia di Varese premiate il 14 luglio a Palazzo Lombardia dall’assessore regionale allo Sviluppo economico Guido Guidesi. Presenti anche il presidente Attilio Fontana e il vicepresidente Letizia Moratti.

I nostri fiori all’occhiello
 
Sei delle attività del Varesotto sono associate a Confcommercio: pizzeria La Piedigrotta (1974) e Trattoria Maran (1899) di Varese; RigHouse (articoli da regalo, 1955) di Busto Arsizio; autolavaggio Da Leo (1974) Germignaga; Bar Trattoria dal Pescatore (1981) Lavena Ponte Tresa; abbigliamento-merceria Lella Moda (1958) Laveno Mombello.
La Trattoria Maran è salita sul secondo gradino del podio tra le attività più antiche con i suoi 122 anni di storia, preceduta solo dalla panetteria-pasticceria Dordoni di Dello (Brescia), in attività dal lontanissimo 1840.

Il presidente di Ascom Luino
«Grande onore e un grande grazie ai nostri e a tutti i commercianti per la loro resilienza, per la loro professionalità, per la loro dedizione. Ma il solo entusiasmo di questi impagabili negozianti non basta più. Se non arriveranno aiuti concreti da parte del Governo, rischiamo da qui a poco di non premiare più le attività storiche». È il commento di Franco Vitella, presidente di Confcommercio Ascom Luino, intervenuto all’auditorium Giovanni Testori in rappresentanza di tutti le associazioni territoriali della nostra provincia.

I numeri
 
Sono in tutto 117 le nuove attività storiche di Regione Lombardia che oggi hanno ricevuto il riconoscimento ufficiale. Diventano quindi 2.234 il numero di insegne con più di quarant'anni di storia alle spalle, riconosciute dal 2004. Tra i nuovi inserimenti, figurano in particolare, 65 negozi storici, 28 locali storici e 24 botteghe artigiane storiche.

Il presidente Fontana
 
«Le attività commerciali storiche», ha evidenziato il governatore, «sono la nostra storia, ma anche una garanzia per le nostre città e per il nostro futuro. L'apertura di un negozio vuole dire una vetrina illuminata, gente che passeggia, è quindi fondamentale mantenere la loro presenza nelle nostre comunità».

L’assessore Guidesi
 
Così l’assessore Guidesi. «Per noi è un grande orgoglio consegnare questi riconoscimenti. Non stiamo parlando solo di attività di grande qualità e di grande laboriosità, ma anche delle vite di tante persone e famiglie che hanno portato avanti il mestiere. Dai nonni ai nipoti, dal padre al figlio ai tanti altri esempi virtuosi che tengono vive le nostre comunità, le tradizioni e la nostra qualità del lavoro».
L’esponente della giunta Fontana ha colto l’occasione per ricordare come Regione Lombardia abbia messo in campo «anche contributi per l’innovazione e la valorizzazione delle attività storiche e di tradizione». Aggiungendo che presto il bando tornerà ad essere disponibile con «nuove risorse finanziarie».

 
 
 
 
 
 
 
 
 


Letta 104 volta/e